school and education

Chiama subito

059 8384118

Corsi Sicurezza Lavoratori, Primo Soccorso, Antincendio, Attrezzature, RLS, Alimentaristi, Dirigenti, Preposti - Finanziamenti - Consulenza - Ricerca - Medicina del Lavoro - Merci Pericolose ADR - Energia

NEWS NORMATIVE & SCADENZE FINO AD AGOSTO 2021

Vi comunichiamo le principali scadenze per le aziende relative alla sicurezza e agli adempimenti ambientali fino ad AGOSTO 2021.
L’attuale emergenza sanitaria potrebbe variare o prorogare le scadenze.

DAL 10 FEBBRAIO


REGISTRI DI ESPOSIZIONE AD AGENTI CANCEROGENI E MUTAGENI E AD AGENTI BIOLOGICI
Dal 10 febbraio 2021 le comunicazioni relative ai registri di esposizione ad agenti cancerogeni e mutageni e ad agenti biologici devono essere trasmesse esclusivamente con il servizio online "Registro esposizione", a disposizione di tutti i datori di lavoro sul sito dell'Inail
 

DALL’ 8 MARZO


📢 VI.VI. FIR: VIDIMAZIONE VIRTUALE DEI FORMULARI PER L'IDENTIFICAZIONE DEI RIFIUTI❗️
📌A partire dall’8 marzo 2021 è attivo il servizio Vi.Vi. Fir (vidimazione virtuale dei formulari) che permetterà, ad Imprese ed Enti, di generare autonomamente formulari di identificazione dei rifiuti già vidimati, attraverso i portali istituzionali delle Camere di Commercio, previa registrazione e senza alcun costo.
Questo nuovo servizio sarà accessibile direttamente dal portale EcoCamere.it ed il sito ViViFir.EcoCamere.it
 

30 APRILE


Contributo albo gestori ambientali:
Le imprese e gli enti che, in base alla loro attività ed alle tipologie di rifiuti gestite, devono essere iscritte all’Albo Gestori Ambientali, sono tenute a versare la relativa quota di iscrizione entro il 30 aprile di ogni anno. L’ammontare del diritto annuale è stabilito dall’art. 24, comma 3 del DM 120/2014 e varia in base alla categoria e alla classe di iscrizione.
 
DICHIARAZIONE PRTR 2021
Sul sito di Ispra sono state pubblicate le modalità di compilazione relative alla dichiarazione PRTR, la dichiarazione che determina l’istituzione di un Registro europeo delle emissioni e dei trasferimenti di sostanze inquinanti (PRTR) ed implica inoltre la presentazione di una dichiarazione annuale inerente gli impianti classificati come complessi PRTR e che superano determinati valori.
Nel portale si fa anche riferimento alla sua scadenza, che rimane confermata entro il 30 aprile e si indicano quali sono le modalità di invio e le possibili sanzioni in cui si può incorrere in caso di mancata presentazione nei tempi previsti o di eventuali imprecisioni nella compilazione.

SITUAZIONE DI EMERGENZA VALIDITA’ CERTIFICATI/ATTESTATI/AUTORIZZAZIONI……
 La proroga della cessazione dello stato di emergenza al 30 aprile 2021, disposta dal D. L. 2/2021, ha effetti sulla conservazione della validità di certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi in genere, e, dunque, anche per quelli in materia di ambiente e sicurezza sul lavoro. L’art. 3 bis «Proroga degli effetti di atti amministrativi in scadenza» della Legge 159/2020 di conversione del DL 125/2020  ha rivisto l’articolo 103 del decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020 n. 27 (cosiddetto “Cura Italia”), apportando le seguenti modificazioni:

  • tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati in scadenza tra il 31/1/2020 e la data di dichiarazione della cessazione dello stato di emergenza, conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla dichiarazione della cessazione dello stato di emergenza;
  • si applica la suddetta disposizione anche a tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni ed atti abilitativi scaduti tra il 1/8/2020 ed il 4/12/2020 (data di entrata in vigore della legge di conversione del DL 125/2020).

La cessazione dello stato di emergenza, prima fissata al 31/7/2020 poi posticipata al 15/10/2020 e al 31/1/2021, è slittata ulteriormente al 30/4/2021. Dunque, per entrambe le casistiche, riteniamo che tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni ed atti abilitativi conservino validità fino al 29 luglio 2021 (90 giorni successivi al 30 aprile 2021).
Rientrano in questa proroga in materia di sicurezza:

  • tutti gli attestati per la formazione base, gli aggiornamenti e le abilitazioni specifiche in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
  • restano validi i corsi di formazione ed aggiornamento in materia di salute e sicurezza svolti con i criteri previsti durante l’emergenza Covid-19, nel periodo suddetto;
  • non è possibile applicare nessuna proroga alla formazione dovuta ai neo-assunti, stagisti e quant’altro, la formazione deve essere iniziata subito il primo giorno di assunzione e deve essere completata entro i 60 giorni dall’assunzione;
  • per la prevenzione incendi: il rinnovo periodico della conformità antincendio, le omologazioni dei prodotti antincendio, i termini per il mantenimento dell’iscrizione dei professionisti antincendio iscritti nell’apposito elenco

Rientrano in questa proroga in materia di ambiente:

  • Le autorizzazioni o comunicazioni ambientali, quali a titolo meramente esemplificativo:
    • Autorizzazione Unica Ambientale – AUA
    • Autorizzazione in Via Generale – AVG in materia di emissioni in atmosfera
    • Comunicazioni recupero rifiuti in forma semplificata ed autorizzazioni ordinarie in materia di rifiuti
    • Autorizzazione Integrata Ambientale – AIA
    • Iscrizioni ad Albo Gestori Ambientali e anche:
      • le scadenze delle iscrizioni nella cat.2-bis rilasciate tra 15/4/2008 e il 25/12/2010, la cui scadenza era prevista per il 25/12/2020
      • le verifiche RT
      • Fgas – certificati in scadenza prorogati fino al 29 luglio 2021

Riportiamo il comunicato del Ministero dell’Ambiente in merito alle conseguenze dell’ulteriore proroga dello stato di emergenza fino al 30 aprile 2021, per quanto riguarda i certificati fgas in scadenza:
In considerazione del fatto che il D.L. del 14 gennaio 2021 ha prorogato lo stato di emergenza al 30 aprile 2021, e visto che la Circolare del Ministero dell’Ambiente del 24 dicembre 2020 recita “Nel caso di eventuali nuove e diverse previsioni di legge che abbiano l’effetto di modificare i termini di cui all’ articolo 103, commi 2 e 2-sexies, del D.L. 17 marzo 2020, n. 18, come convertito dalla legge n. 27 del 24 aprile 2020 e dalla legge di conversione n. 159 del 27 novembre 2020, la circolare del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare dovrà intendersi automaticamente riferita a tale nuovo e più ampio periodo di proroga.” le certificazioni scadute o in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e la data di cessazione dello stato di emergenza (30 aprile 2021) avranno validità fino al 29 luglio 2021 (90 giorni a partire dal 30 aprile 2021). L’estensione delle certificazioni verrà comunicata al Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate dagli Organismi di certificazione accreditati.
Ricordiamo che già con la circolare n.24526 del 06/04/2020, il Ministero dell’Ambiente aveva disposto che non rientravano nelle proroghe i controlli periodici sulle apparecchiature
NON rientra nella proroga nemmeno la comunicazione alla banca dati fgas degli interventi, la cui decorrenza dei termini era stata sospesa dal 23/2/2020 al 15/5/2020 compresi ed è ripresa dal 16/5/2020.
 

01 MAGGIO


CONSULENTI PER IL TRASPORTO MERCI PERICOLOSE: DAL 01/05/2021 CAMBIA L’ESAME❗️
📌 Sulla G.U. n. 71 del 23/03/2021 è stato pubblicato il Decreto 4 marzo 2021: “Modifica del decreto 29 dicembre 2010 riguardante le norme attuative dell'articolo 11 del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 35, concernente l'attuazione della direttiva 2008/68/CE, relativa al trasporto interno di merci pericolose”.
Il decreto modifica ed integra per la prima volta le disposizioni in materia di esame dei consulenti ADR/RID/ADN per il trasporto delle merci pericolose recate dal DM 29 dicembre 2010, in applicazione del D Lgs. 35/2010 sul trasporto interno di merci pericolose.
Tali modifiche entreranno in vigore il 1 maggio 2021
 

31 MAGGIO


FGAS
Le imprese in possesso di apparecchiature o impianti contenenti 3 o più kg di gas fluorurati ad effetto serra (es. impianti di condizionamento e refrigerazione, pompe di calore e impianti fissi di protezione antincendio) non devono più inviare entro il 31 maggio la dichiarazione F-gas ma devono farlo i manutentori a cui è affidato l’incarico. Consigliabile una verifica da parte del proprietario.
 
ORSO
Comunicazione annuale dati per impianti di recupero e smaltimento rifiuti Scadenza per tutti gli impianti di recupero e smaltimento rifiuti per comunicare i dati relativi alla propria attività tramite il portale
 

1 GIUGNO


INAIL: BANDO ISI 2020
Apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda.
Finalità: Il presente Avviso ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti.
Destinatari dei finanziamenti: L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e gli Enti del terzo settore, ad esclusione delle micro e piccole imprese agricole operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricolI
 

16 GIUGNO


MUD 2021
Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha reso nota l’approvazione del DPCM del 23 dicembre 2020, contenente le indicazioni per la presentazione del Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD) 2021, e la relativa scadenza per la sua presentazione, fissata al 16 giugno 2021.
 
 

23 AGOSTO


 RIFIUTI: REGOLAMENTO END OF WASTE SULLA CARTA E CARTONE❗️
📌 Con Decreto Ministero dell’Ambiente 22 settembre 2020 n. 188, sono stabiliti i criteri specifici nel rispetto dei quali i rifiuti di carta e cartone cessano di essere qualificati come tali.
Il regolamento è composto da 7 articoli e 3 allegati che definiscono gli ambiti di applicazione, i criteri ai fini della cessazione della qualifica di rifiuto e gli scopi specifici di utilizzabilità.
I produttori di carta e cartone recuperati hanno tempo fino al 23 agosto 2021 per presentare alle autorità competenti gli aggiornamenti delle comunicazioni effettuate ex art. 216 del D.Lgs. 152/2006 (operazioni semplificate di recupero) o un’istanza di aggiornamento delle autorizzazioni ex Parte IV del D.Lgs. 152/2006 o Titolo III-bis della Parte II del D.Lgs. 152/2006 (AIA).
Il regolamento prevede, inoltre, che il produttore al fine di dimostrare il possesso dei requisiti debba applicare un sistema di gestione della qualità secondo quanto previsto dalla norma UNI EN ISO 9001.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTACI SUBITO:

Gli impianti esistenti devono presentare entro il 23/08/2021
domanda di adeguamento delle loro autorizzazioni alla gestione rifiuti

Tel 059 8384118 - Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chiama subito

059 8384118